Un pianeta senza carne

Cucina Vegana, ovvero una cucina senza ingredienti di origine animale. Quindi al bando carne, pesce ma anche tutti i derivati come uova, formaggi, latte e addirittura il miele. Ma mangiare piatti vegani, oltre ad essere una scelta etica, molto spesso è una scelta salutista: il consumo quasi esclusivo di carboidrati, verdure, legumi, semi e frutta è considerata da molti un’alimentazione che aiuta a rimanere sani. Forse non a caso le persone che fanno questa scelta sono in continuo aumento, e anche negli ambienti gourmet non è raro trovare chef famosi che propongono ogni giorno ai loro ospiti sorprendenti armonie di sapori senza alcun derivato animale. Se ci pensiamo, quasi tutte le popolazioni del mondo hanno un creato piatto tradizionale costituito da un cereale e un legume (o una varietà di frutta secca). Ecco una lista di alcuni esempi.

INDIA: Dahl e riso basmati

GIAPPONE: natto (soia fermentata) e riso

CINA: kung pao e tofu

INDONESIA: sambal goreng tempeh (torta di soia scottata in padella)

ARABIA: mojadarah (lenticchie e cipolle con bulgur o riso)

AFRICA ORIENTALE: injera e shiro (pane di teff e ceci)

ASIA CENTRALE: pullao (pilaf di riso) con noci o pistacchi

ITALIA: pasta e fagioli

POLONIA: zuppa di piselli con pane

MEDIORIENTE: hummus e pita

INDIA: payar kanji

MESSICO: tostadas e fagioli

BRASILE: riso bianco e zuppa di fagioli

VIETNAM: seitan brasato in brodo di soia

CARAIBI: zuppa di fagioli neri e riso

MAROCCO: cous cous e ceci